home page alr home prima pagina newsletter facebook in contatto lorenzo risolo associazione alr staff progetti eventi testimonial partner sostieni pagina facebook
chi è lorenzo risolo
Il nostro ragazzo
Lorenzo Risolo contentoLorenzo aveva appena compiuto 14 anni quando ci ha lasciato il 9 gennaio 2014.

Un anno prima la malattia lo ha colpito in modo silenzioso e subdolo. Prima di allora era un ragazzo sano e forte con una vitalità straordinaria.

Cercheremo allora di raccontarvi in breve quelle che erano le espressioni più autentiche del nostro ragazzo che aveva una personalità già incredibile per la sua età e con la quale animava le nostre vite.

Lorenzo infatti è sempre stato precoce e molto autonomo, forse anche per il fatto che era il più piccolo dei nostri tre figli, ed è sempre riuscito con la sua determinazione a primeggiare in qualsiasi attività.

Aveva l’argento vivo addosso e riusciva a conciliare tantissime passioni come lo sport, la musica e i kart.

Lorenzo Risolo e la musicaAmava la musica, leggere e viaggiare. Aveva appena due anni quando ha fatto i capricci per avere una valigia vista in una vetrina. Finito un viaggio o una vacanza pensava già alla meta successiva. Gli piaceva conoscere, capire, sperimentare. Le ultime valige della sua vita terrena le ha fatte non per una vacanza ma con la pena di lasciare la sua amata quotidianità per andare in ospedale a Milano ad affrontare una battaglia che non dovrebbe toccare a nessuno, meno che mai ad un adolescente.

Ma ancora una volta s’è dimostrato capace di affrontare un’esperienza piena di incognite, tranquillizzando addirittura noi familiari.

A Milano ha iniziato subito un programma di chemioterapia e radioterapia che fin da subito ha dato ottimi risultati. Anche se cautamente, abbiamo iniziato a sperare che il nostro campione ce l’avrebbe fatta. E infatti per nove mesi c’è stata un’apparente remissione della malattia. Ma ecco che in autunno riceviamo la seconda terribile notizia: Lorenzo doveva iniziare un altro ciclo di chemioterapia.

Poiché nel frattempo avevamo potuto apprezzare le qualità umane e professionali della Dottoressa Adele Civino responsabile del reparto di oncoematologia pediatrica di Tricase e di tutto il suo staff, abbiamo potuto fare affrontare a Lorenzo le terapie vicino ai suoi affetti ed al suo mondo.

Lorenzo Risolo al mareAncora una volta ci siamo detti che non potevamo farci prendere dallo sconforto anche perché Lorenzo doveva rimanere sereno. Infatti lui, con la sua solita carica di ottimismo ha continuato a curarsi senza mai perdere il sorriso.

Alla sua sorprendente serenità non abbiamo pensato solo noi familiari. Lorenzo ha potuto beneficiare dell’affetto e del calore di tante persone. Innanzi tutto parenti e amici (che non finiremo mai di ringraziare) ma anche del personale medico paramedico e volontario che hanno fatto di questa missione una scelta di vita. Perché qualunque sia il destino di un bambino in cura il gioco, lo studio e le sue passioni devono continuare ad esserci. In nostro aiuto, per fortuna, sono intervenute anche associazioni che hanno pensato a far vivere a Lorenzo momenti di distrazione sia in ospedale che fuori.

Con la fondazione Magica Cleme è stato ospite di una puntata di Striscia la Notizia, trascorrendo ore di assoluta spensieratezza con Brumotti, Stoppa e le veline.

Fernando Alonso e Lorenzo RisoloSuccessivamente è stato invitato al Gran Premio di Formula Uno dall’associazione Lele Foreverer che si è prodigata per fargli trascorrere un’intera settimana a Monza, facendogli vivere da invitato speciale il mondo delle corse, la sua passione più grande. È stato proprio in quei giorni che ha conosciuto il suo mito Fernando Alonso che lo ha accolto nel paddock con il suo team. È stata un’esperienzada sogno! ...che gli ha regalato un’immensa felicità.

Avendo quindi sperimentato in modo diretto l’importanza delle associazioni abbiamo sentito il dovere di emulare iniziative come questa, impegnandoci a dare vita nel nostro territorio all’associazione che prende il nome da Lorenzo.

Ovviamente il nostro obbiettivo primario è proprio quello di regalare un sorriso ma anche di essere di sostegno e di riferimento alle famiglie. Inoltre ci impegneremo per supportare in modo diretto o indiretto qualsiasi progetto di aiuto al reparto di oncoematologia pediatrica di Tricase.

Abbiamo avuto il privilegio di essere i genitori di un ragazzo che ci ha insegnato la VITA. Quella vera. Fatta di incondizionata felicità e anche di sacrificio e sofferenza. Come associazione il nostro scopo sarà fare in modo che la parola sofferenza nei piccoli pazienti sia sempre meno presente.

Con il tuo aiuto possiamo farcela.


Logo Associazione Lorenzo Risolo
Home page ALR - Associazione Lorenzo Risolo - Corri anche tu con noi ...per la vita! Contatti